Sei pronta per il nostro appuntamento? Mi piace immaginare che non userai alcun particolare accorgimento, nessun artifizio cosmetico un’ora prima dell’incontro. Soltanto acqua corrente e un velo di rossetto sulle labbra ancora gonfie di sonno. Un pettine comune per snodarti i capelli ed una molletta altrettanto proletaria per raccoglierli dietro, se vorrai, in uno chignon perfetto, prodigioso.
Come ogni mattina, poi, di certo ti ammirerai allo specchio per assicurarti che le stoffe non scarabocchino il disegno dei fianchi, delle gambe nervose da gazzella; di profilo, dunque, la superbia dei seni, bilanciamento incantevole dell’alterigia del tuo sedere e via, esci ora, che t’aspetto.
Ti aspetto qua, come ogni giorno della mia vita, in ogni luogo. E se penso che già tu sei nata, hai già una tua vita fatta di parole, oggetti, abitudini, affetti, interessi, tutta fatta di vita stessa dunque, di vita che io non so dove vivi, con chi, entrando in quali portoni, frequentando quale giardino pubblico, quale ristorante, quale università, ecco che mi è veramente impossibile cercarti. Non saprei neppure da dove cominciare.

 




All rights reserved
© 1999 PsychoLand ~ visions of elsewhere

Sali in macchina a dirmi (venti cose brevi)

Karate icon. Io sono Luca Valdesi (incipit)
Incomprensione (incipit)

Ravavindrano (incipit)
L'elezioni

Selene, Maria

Il ricordo di Jezabel Khan
All'ultimo momento
Madonna nuda
Il ramo e la finestra
4'54"
Due farfalle
Uno scritto al suo scrittore
AnemoNero
Pannone
Il graffio parlante
Alcune considerazioni sulla bellezza dello sgorbio
Papà a Natale
Il Re puntino
Lettera elementale n. zero
Lettera elementale n. uno
Lettera elementale n. due
Lettera elementale n. tre
Lettera elementale n. quattro
Lettera elementale n. cinque
Paranoid lunch
L'Inganno di Becky
Il Zero
La valigia
Arancia
33
Non si lamenta
In farmacia
A memoria supponente (Hommage à César Franck)
Nell'officina del maglio a vapore
Inedia?
Buona notte, Caos
Rovinosa mente
Costruisci una frase usando il verbo amare
e poi fai l’analisi illogica

Grandi manovre (Campus)
Appuntamento
Lettera a Sir Joe
Un momento di solitudine
Puff! e l'onomatopea. Storia di un uomo che disparve
Michele della miniera
Dialogo tra la mia Mano Destra e la mia Mano Sinistra
Anne
Edificazione d’un hysteron proteron
su un fazzoletto di flora intestinale.
Il pensiero arcuato

Lettera a mio padre
Alla castellana
Per l'ultima volta un cane, un pollo, il caso e la luna. Lettera ad una scrittrice
Appunti sul suicidio di un entomologo algerino residente all'estero
Shinkansen Majorana