Stasera mi decido finalmente a scrivervi dopo lunghe titubanze, Sir Joe, poiché sarebbe delittuosa ogni ulteriore finzione.
Ai corridori che abbandonano gli affanni della pista per sedere in riva al fiume riconosco certamente un vantaggio: i millisecondi di vita piena a disposizione di chi sosta e si guarda intorno. Un’opzione invidiabile dai nostri fiammeggianti rotori meccanici sempre al limite dei giri, un corredo prezioso di cui, ahimè, sono sfornite le fitte maglie metalliche che giorno e notte ci costringono i corpi, per consegnare poi che cosa all’ambizione delle gallerie, se non aride carcasse?
Voi, come me, agognante una nota a pie’ di pagina nella Storia, laggiù, sul traguardo che non è per tutti. Se anche noi ci fermassimo, sarebbe tracotante aspirare anche soltanto al più basso gradino del podio.
Stasera comunque ho deciso di rallentare per l’ultima volta, per poi non guardarmi più indietro. Stasera per l’ultima volta io sottraggo un momento alla mia ambizione (voi conoscete il valore di un solo momento, in una gara che ne dura due, fra centinaia di milioni di concorrenti), per avvertirvi che state commettendo un errore. Sì, caro amico mio, sospettando che io sia cambiato, abbia in certo senso perduto la facoltà di riconoscere l’ordine di priorità delle cose, fate torto a me e a voi stesso. Grave torto al vostro intelletto umiliante gli intelletti, nel momento in cui confonderete una mia seppur bizzarra vacanza, un bivacco un miglio dietro a quella montagna, con un viaggio senza ritorno. Farete torto gravissimo a me, come al mio intelletto che ne sarebbe umiliato, poiché la sola sconfitta che avrò subito in questi ultimi anni sarà l’avere perduto la vostra insostituibile amicizia.

 




All rights reserved
© 1998 PsychoLand ~ visions of elsewhere

Sali in macchina a dirmi (venti cose brevi)

Karate icon. Io sono Luca Valdesi (incipit)
Incomprensione (incipit)

Ravavindrano (incipit)
L'elezioni

Selene, Maria

Il ricordo di Jezabel Khan
All'ultimo momento
Madonna nuda
Il ramo e la finestra
4'54"
Due farfalle
Uno scritto al suo scrittore
AnemoNero
Pannone
Il graffio parlante
Alcune considerazioni sulla bellezza dello sgorbio
Papà a Natale
Il Re puntino
Lettera elementale n. zero
Lettera elementale n. uno
Lettera elementale n. due
Lettera elementale n. tre
Lettera elementale n. quattro
Lettera elementale n. cinque
Paranoid lunch
L'Inganno di Becky
Il Zero
La valigia
Arancia
33
Non si lamenta
In farmacia
A memoria supponente (Hommage à César Franck)
Nell'officina del maglio a vapore
Inedia?
Buona notte, Caos
Rovinosa mente
Costruisci una frase usando il verbo amare
e poi fai l’analisi illogica

Grandi manovre (Campus)
Appuntamento
Lettera a Sir Joe
Un momento di solitudine
Puff! e l'onomatopea. Storia di un uomo che disparve
Michele della miniera
Dialogo tra la mia Mano Destra e la mia Mano Sinistra
Anne
Edificazione d’un hysteron proteron
su un fazzoletto di flora intestinale.
Il pensiero arcuato

Lettera a mio padre
Alla castellana
Per l'ultima volta un cane, un pollo, il caso e la luna. Lettera ad una scrittrice
Appunti sul suicidio di un entomologo algerino residente all'estero
Shinkansen Majorana